Tutto (o quasi...) sull'A.C. LEGNANO


SPECIALE CALLE PALMER


 

INTERVISTA IN ESCLUSIVA PER STATISTICHE LILLA

 

"Nel Legnano i miei anni più belli"

 

Compie 81 anni la grande stella del calcio svedese e legnanese

LEGNANO. 14 aprile 2010 - Dopo "Rombo di Tuono" Gigi Riva c'è solo un altro grande giocatore lilla che inseguivamo da tempo. Per rintracciarlo abbiamo mandato email a mezza Svezia, ma alla fine, grazie alla collaborazione di un simpatico giornalista svedese, Calle Rockbäck, che gli aveva dedicato un articolo su callerockbacksmff.blogspot.com lo scorso anno in occasione del suo ottantesimo compleanno, ce l'abbiamo fatta: abbiamo intervistato il grande KARL-ERIK PALMER.

 

Non vi nascondiamo la forte emozione nel sentire la sua voce, in un italiano perfetto, al di là del telefono, a quasi 1.500 km di distanza, tanto dista la sua città natale Malmö dalla città del Carroccio.

Una voce forte e decisamente giovanile, che non fa assolutamente pensare che chi ci risponde tra pochi giorni, il 17 aprile, compirà la bellezza di 81 primavere!!!

Ama l'Italia, Calle Palmer, tanto da confessarci che ancora oggi adora la cucina del belpaese e che ogni anno passa le vacanze in Romagna.

 

La formazione del Legnano 1952/53. Palmer è il quarto da destra in piedi

[Archivio www.statistichelilla.it]

 

Ma oltre all'Italia, nel cuore di Palmer è rimasto il Legnano, la squadra che lo ha visto fra i suoi protagonisti per sette stagioni dal 1951/52 al 1957/58.

Sette stagioni d'oro, con i lilla che, come ci dice lo stesso Kalle, "andava in ascensore, su e giù, giù e sù" dalla serie B alla serie A.

Il curriculum lilla dello svedese riporta ben 192 presenze e 23 reti, suddivise in due stagioni di A, quattro di B ed una di C. E proprio il fatto di essere rimasto in lilla per un periodo così lungo, accettando anche di scendere fino in terza serie, ha fatto diventare Palmer una vera bandiera per i tifosi lilla del tempo. A tal proposito però Calle ci scherza sopra : "Ogni anno i dirigenti del Legnano cercavano di vendermi, ma forse chiedevano troppo ed alla fine dovevo restare".

 

Così "Lo Sport" del 6 agosto 1953 ricordò la storica vittoria dei lilla sul Catania

nello spareggio di Firenze. Palmer è il primo a destra nella foto in basso.

[Archivio www.statistichelilla.it]

 

Il ricordo più bello che lo lega al Legnano risale al campionato 1952/53, quando i lilla si giocarono la promozione nella massima serie disputando lo spareggio contro il Catania, il 15 luglio del 1953: "Ricordo ancora quello spareggio, giocato a Firenze. Abbiamo vinto 4-1 ed io ho fatto ben tre gol in quella partita. C'era tutta Legnano a Firenze, quel giorno. Fu una gioia indescrivibile tornare di nuovo in Serie A. Ricordo che tornammo a Legnano a notte fonda e trovammo una grande folla di legnanesi che ci aspettavano per festeggiare insieme la promozione."

 

Ma l'esordio con la maglia lilla per Palmer non fu dei più facili, per lui che era passato dai campi del Mondiale brasiliano del 1950 che lo aveva visto tra i protagonisti (la Svezia giunse terza ed il futuro attaccante lilla siglò tre reti nel girone finale) al piccolo "Pisacane", storico campo di quella che era la più piccola città di tutta Serie A: "Devo dire che a Legnano tutti erano molto gentili con me, mi hanno aiutato molto. Era molto difficile all'inizio quando ancora non parlavo la vostra lingua. I legnanesi sono però stati molto generosi nei miei confronti e mi hanno permesso di integrarmi molto presto."

  

"Quattro attaccanti lilla in pieno allenamento (da sinistra): Torreano, Mion, Manzardo, Palmer. Il grande Palmer ha rappresentato il "cervello" di tutta la compagine, il vero coordinatore di ogni azione. Pochi credevano in un suo campionato così "sbalorditivo" in serie B, dove eccellono più le qualità combattive che quelle tecniche."

[Tratta da "Lo Sport" - anno III n° 27 - 2 luglio 1953 - Collezione Zottino]

  

Nel 1958 Palmer torna in Serie A, ceduto dall'allora Commissario Straordinario Davide Casero alla Juventus: "Ma ero troppo leggero, mi picchiavano parecchio sul campo e mi sono fatto male un pò dappertutto, così alla fine ho deciso dopo quasi dieci anni di ritornare a giocare a casa in Svezia".

 

La formazione del MMF Malmö del 1950. Palmer è il terzo in piedi da destra.

 [Archivio www.statistichelilla.it] 

 

Palmer torna nel Malmö, la squadra della sua città che lo aveva lanciato 12 anni prima, ma la fortuna gira le spalle all'attaccante. Dopo solo tre partite subisce un grave incidente di gioco ed i medici gli consigliano di abbandonare il calcio giocato: "Avevo solo trent'anni, è stato un vero peccato lasciare, ma non potevo fare altrimenti".

Appese al chiodo le scarpette, l'ex lilla rimane nel campo dello sport, diventando un apprezzato giornalista sportivo: "Ho girato tutto il mondo facendo questo nuovo mestiere ed è stata un'esperienza davvero entusiasmante".

E proprio grazie alla sua attività giornalistica Palmer ha potuto rimanere informato sulle vicende della squadra lilla, non sempre per la verità particolarmente esaltanti, specie nelle ultime stagioni.

 

Ma a tenerlo informato sul Legnano ci pensano anche i tanti amici legnanesi che ancora oggi gli telefonano e gli scrivono: "E' davvero molto bello essere ricordati dai tifosi. Nei primi anni dopo che ero tornato in Svezia i contatti erano molto più frequenti rispetto ad oggi, ma in ogni caso quando torno in Italia c'è sempre qualche amico che mi viene a trovare. A Legnano ho ancora tanti amici, ci sentiamo ancora molto spesso al telefono o ci scriviamo".Una punta di tristezza traspare nella voce dell'ex lilla quando ricorda il Presidentissimo Mocchetti e i suoi compagni di un tempo: "E' passato tanto tempo, sono andati tutti via, di quella grande squadra quasi nessuno è più con noi: Mocchetti, Lupi... Eh, ormai sono rimasto forse l'unico..."

Come ultima domanda prima di congedarci, chiediamo a Calle quale sia la sua squadra del cuore e lui, senza la minima esitazione risponde "Beh, il Legnano, certamente!!! Ho passato da voi gli anni più belli della mia vita, non potrebbe essere altrimenti."

  

Gianfranco Zottino - www.statistichelilla.it

Nella colonia legnanese di calciatori stranieri un posto di assoluto rilievo spetta a Karl-Erik "Calle" Palmer, nato a Malmö, in Svezia, il 17 aprile 1929. La forte mezzala scandinava muove i suoi primi passi calcistici nel massimo sodalizio della sua città, ed anche uno dei più forti di tutta la Svezia, il Malmö FF, con il quale si laurea tre volte campione nazionale (1948, 1949 e 1950) e conquista la maglia della nazionale gialloblù, dove disputa complessivamente 14 partite con 9 gol all'attivo. Prende parte ai Mondiali in Brasile del 1950 dove si classifica la terzo posto dietro all'Uruguay di Ghiggia e Schiaffino ed ai padroni di casa del Brasile. Al Legnano giunge nel 1951/52 per rimanervi sette stagioni (sino al 1957/58) in Serie A, B e C con un bottino di 192 presenze e 23 reti all'attivo. Nel 1958/59 passa dalla squadra lilla alla Juventus in Serie A dove fa soltanto delle fugaci apparizioni (3 presenze). Tornato in Svezia ed appese le scarpe al classico chiodo, rimane nel mondo del calcio diventando un competente ed apprezzato giornalista sportivo.

 

Tratto da

C. Fontanelli - G. Zottino

"Un secolo di calcio a Legnano"

Geo Edizioni, Empoli, 2004

  

 

 

Palmer con la maglia

della Nazionale svedese

[foto callerockbacksmff.blogspot.com]

   

 

 

Fotboll-Boken, l'almanacco del

calcio svedese, nel 1950/51 dedicò

a Palmer la sua copertina

[Archivio www.statistichelilla.it]

  

 

Palmer in maglia lilla

nel 1956/57

[Archivio www.statistichelilla.it]

 

  

Autografo di Calle Palmer

[Archivio www.statistichelilla.it]

 

  

   

Karl-Erik "Calle" PALMER

ruolo: Centrocampista
nazionalità: Svedese

Malmö (Svezia), 17-04-1929 - Malmö (Svezia), 02-02-2015 

altezza: 168 cm
peso: 65 kg

Campionati precedenti

Campionati Squadra Serie Presenze Goal
1948/49 Malmö FF A (Svezia) 27 15
1949/50 Malmö FF A (Svezia)
1950/51 Malmö FF A (Svezia) 22 7
1951/52 Legnano A 32 6
1952/53 Legnano B 26 3
1953/54 Legnano A 23 1
1954/55 Legnano B 34 5
1955/56 Legnano B 30 4
1956/57 Legnano B 28 3
1957/58 Legnano C 19 1
1958/59 Juventus A 3 0
1960 Malmö FF A (Svezia) 3 0
Partite in Nazionale
1949 - 1952 Svezia A 14 9
Mondiali di calcio 1950 - Brasile
1950 Svezia A 5 3

  

  

 

La formazione della Svezia ai Mondiali del 1950. Palmer è il terzo in piedi da sinistra.

 [Archivio www.statistichelilla.it]

  

 

Le sue apparizioni al Mondiale 1950 - Brasile
Località Turno Data Incontro Reti di Palmer

SAN PAOLO

Gruppo eliminatorio 

25/06/50

SVEZIA-ITALIA 3-2 (2-1)

  

CURITIBA

Gruppo eliminatorio 

29/06/50

SVEZIA-PARAGUAY 2-2 (2-1)

1

RIO DE JANEIRO

Girone finale

09/07/50

BRASILE-SVEZIA 7-1 (3-0)

  

SAN PAOLO

Girone finale

13/07/50

URUGUAY-SVEZIA 3-2 (1-2)

1

SAN PAOLO

Girone finale

16/07/50

SVEZIA-SPAGNA 3-1 (2-0)

1

 

 

Il suo palmares
 

1948/49 Malmö FF Campione di Svezia
1949/50 Malmö FF Campione di Svezia
1950/51 Malmö FF Campione di Svezia
1950 Nazionale Terzo classificato ai Campionati Mondiali di Calcio
1953/54 Legnano Secondo posto in Serie B - promosso in Serie A

  
   

La partita di esordio di Calle Palmer in maglia lilla

 

Campionato serie A 1951/52

9 settembre 1951 - I giornata di andata

 

Bologna-Legnano 1-0 (0-0)

  

Bologna: Vanz, Giovannini, Ballacci, Pilmark, Mezzadri, Campatelli, Cervellati, Garcia, Cappello, Bernicchi, Gritti.

Legnano: Gandolfi, Lupi, Cuscela, Trevisan, Tubaro, Revere, Filippini, Eidefjäll, Mazza, Palmer, Mozzambani.

Arbitro: Tassini di Verona.

Gol: 57’ Cappello.

  

 

 

Ringraziamo Calle Rockbäck, giornalista sportivo svedese e redattore di callerockbacksmff.blogspot.com per la collaborazione prestataci.

 


 

TORNA ALLA HOMEPAGE

 

Torna alla homepage


Copyright © 2003-2015 by Gianfranco Zottino - Ultimo aggiornamento : mercoledì 01 luglio 2015 - Tutti i diritti sono riservati.