Museo Lilla – “Il calcio” – Annata 1923/24

La stagione 1923/24 vista dalla pagine de “Il Calcio”, una delle più diffuse testate sportive dell’epoca.

Introduzione

La stagione 1923/24 vide ancora una volta il Football Club Legnano impegnato nel massimo campionato di calcio italiano. La squadra, inserita nel Girone B della Prima Divisione Nord, fu affidata a colui che viene considerato a tutti gli effetti il primo vero allenatore lilla, l’ungherese Imre Schöffer. Trentanovenne ingegnere ferroviario di Budapest, Schöffer, ex giocatore del Magyar A.C., era giunto in Italia nel Brescia all’inizio del 1923 il Brescia, contribuendo a portare la squadra dal fondo della classifica al settimo posto finale. Tra gli avversari del Girone i lilla ritrovarono il temibile Bologna, il Milan, la Pro Vercelli ma fortunatamente non i Campioni d’Italia del Genoa, inseriti nel girone A.

Una curiosità da citare, l’incredibile numero di tifosi legnanesi che presero parte alla trasferta sul campo della Pro Vercelli: furono ben ottocento, di cui cinquecento con un treno speciale Legnano-Vercelli e ritorno, che seguirono la loro squadra del cuore. Un numero che ancora oggi è quasi impensabile, che rende molto bene l’idea di quanto calorosa fosse la passione per il calcio lilla in quegli anni nella città del Carroccio.

Oltre che numeroso, il pubblico legnanese dei tempi era tutt’altro che pacifico: durante l’incontro Legnano-Andrea Doria, vinto per 3-0 grazie alla doppietta di Tosi ed alla rete conclusiva di Rossi, alcuni tifosi legnanesi, esasperati dalla durezza del gioco dei genovesi ed in particolare da un intervento su Torriani (costretto a lasciare il campo con una costola incrinata), superarono le recinzioni ed entrarono sul terreno di gioco, inseguendo e colpendo duramente alcuni giocatori doriani.

Due di questi, Gaetano Magnifico e Santino Passano, in seguito alle percosse dovettero essere trasportati all’Ospedale Maggiore di Milano. Ovviamente il risultato non fu omologato e la vittoria fu in seguito assegnata per 2-0 a tavolino all’Andrea Doria.

La società lilla fu condannata a pagare alla Lega Nord la cifra di Lire 2.000 più le spese di inchiesta, mentre lo stadio Pisacane fu squalificato fino al 15 di novembre.

Il Legnano fece ricorso, sperando soprattutto nella riduzione della squalifica del proprio campo, ma tale ricorso fu rigettato. Forse amareggiato dall’eco spropositata che l’incidente di Legnano-Andrea Doria ottenne sulla stampa nazionale, il Senatore Antonio Bernocchi decise, durante l’Assemblea Ordinaria del Legnano F.C. tenutasi il 3 giugno del 1924, di rassegnare irrevocabilmente le proprie dimissioni dall’incarico di Presidente della società, pur assicurando il proprio appoggio finanziario.

A parziale compensazione della pesante squalifica comminata alla squadra lilla, il Direttore Generale legnanese Tobler fu ammesso a far parte del Consiglio di Lega Nord.

Di questa stagione vi offriamo una serie di articoli corredati da decine di ottime foto pubblicati dal settimanale “Il Calcio”, una delle più diffuse testate sportive dell’epoca.

Campionati